Raspberry Pi è il tuo nuovo cloud privato

Lo scherzo in corso è che i Raspberry Pis sono più economici di una vera torta di lamponi. Anche se non pagherei da $ 50 a $ 100 per una torta da mangiare, l'idea è di fornire un computer molto capace, con un ingombro ridotto, con rete integrata, che esegue software open source, a un prezzo che gli hobbisti e professionisti, possono permettersi.

Li uso da anni come dispositivi IoT, considerando che possono raccogliere, archiviare, elaborare e trasmettere dati, nonché reagire ai dati se necessario. Le persone utilizzano Raspberry Pis per progetti come rendere la guida in moto più sicura e altri sviluppi della rete IoT / edge.

Le cose però stanno cambiando per il Pis.

Sono stato felice di vedere il progetto k3s, che è una distribuzione Kubernetes leggera da utilizzare in "ambienti con risorse limitate". È open source e ottimizzato per processori ARM. Se non hai ancora indovinato, questo rende possibile l'esecuzione di un cluster Kubernetes basato su Raspberry Pi poiché questa distribuzione Kubernetes è davvero costruita appositamente per il Pi, ovviamente con alcune limitazioni.

Questa tecnologia abilitante consente agli architetti del cloud di posizionare i cluster Kubernetes che eseguono container al di fuori del cloud pubblico centralizzato su piccoli computer che funzioneranno più vicino alle origini dei dati. I cluster sono ancora strettamente coordinati, forse anche diffondendo un'applicazione tra una piattaforma cloud pubblica e centinaia o addirittura migliaia di Raspberry Pis che eseguono k3. Chiaramente è un tipo di edge computing con migliaia di casi d'uso.

Ciò che mi colpisce di questo modello di architettura è che i dispositivi economici basati sull'edge si comportano come cloud privati ​​leggeri. Forniscono risorse in base alle esigenze e utilizzano una piattaforma preferita come container e Kubernetes. Ovviamente hanno un limite massimo di scalabilità.

Questo è ciò che avrebbe dovuto essere il cloud ibrido, ma non lo è mai stato. Associare un cloud privato e pubblico significava ... beh ... dovevi utilizzare un cloud privato. I cloud privati ​​appositamente progettati sono rimasti molto indietro in termini di caratteristiche e funzionalità, tanto che le aziende se ne stanno allontanando nel 2020, indipendentemente dal fatto che siano già distribuiti o meno.

Se guardi al futuro di questa architettura, ci saranno davvero molti marchi di cloud pubblico, fino a cinque, e molte istanze di sistemi di edge computing che sono funzionalmente cloud privati. Questa architettura molti-a-molti può essere un po 'una sfida da rendere operativa, ma fornirà il percorso migliore per risolvere molti problemi di elaborazione locale e remota. Ci sto. E tu?