Microsoft cerca di spostare gli utenti di SourceSafe alla tecnologia più recente

Con Microsoft impostato per ridurre il supporto per il sistema di controllo della versione del software Visual SourceSafe, la società incoraggia gli sviluppatori a passare al server ALM (application lifecycle management) più completo di Microsoft, il prodotto TFS (Team Foundation Server) presente nel Visual Piattaforma Studio.

Mercoledì i funzionari della società hanno notato che Visual SourceSafe è in fase di "fine vita", con il supporto che terminerà a metà del 2011. In seguito, gli utenti dovrebbero pagare per il supporto esteso, che sarà disponibile per alcuni anni. Ma Microsoft offre agli utenti di SourceSafe un percorso di migrazione tramite una nuova opzione di installazione per TFS prevista per il prossimo anno, chiamata installazione TFS Basic.

[L'anno scorso, Microsoft ha cercato di "democratizzare" ALM con Visual Team System 2010.]

"Vediamo TFS come il successore di SourceSafe", ha affermato Brian Harry, che detiene il titolo di Technical fellow presso Microsoft. L'opzione di installazione di base sarà inclusa come parte di Visual Studio Team Foundation Server 2010.

"Nel 2002 abbiamo deciso di costruire la prossima generazione di strumenti di collaborazione per lo sviluppo e questo era TFS. La nostra attenzione iniziale era sui team di sviluppo del software aziendale", ha affermato Harry. TFS fornisce una piattaforma di collaborazione che combina funzionalità per portale, controllo della versione, monitoraggio degli elementi di lavoro, gestione della build, guida ai processi e business intelligence.

"Ora, con la [versione prevista per il 2010 di TFS], abbiamo compiuto un grande passo verso il livello di sofisticazione di TFS e portandolo alla base di utenti di SourceSafe", ha affermato.

L'opzione di installazione di base di TFS è adatta per gli utenti di SourceSafe perché è più facile da installare rispetto alle iterazioni precedenti, installando in circa 20 minuti se è presente .Net Framework. Inoltre, verrà eseguito su sistemi operativi client tra cui Windows Vista e la prossima versione di Windows 7. TFS finora ha richiesto Windows Server. Con l'installazione del client, gli utenti possono avere una soluzione server di controllo delle versioni del software sui propri laptop, a cui possono accedere altri tramite Internet o una LAN, ha spiegato Harry.

I piani richiedono anche di rendere l'installazione di base molto più conveniente per gli utenti di SourceSafe. TFS attualmente vende per circa $ 2.700 più $ 500 per utente.

Harry era presidente di One Tree Software, che ha creato SourceSafe nel 1992 ed è stato acquisito da Microsoft nel 1994. Sebbene il prodotto abbia rivoluzionato il controllo delle versioni fornendo facilità d'uso e una GUI di Windows, è stato costruito per un periodo diverso, prima dell'avvento del Internet, LAN ubiquitarie e database e pratiche di sviluppo agile, ha detto Harry. Il prodotto, ad esempio, manca di integrazione continua e tracciamento dei bug presenti in TFS.

Alla domanda su cosa pensano gli utenti di SourceSafe dei piani di fine vita della loro piattaforma e della migrazione a TFS, Harry ha risposto: "Non ho parlato con molti di loro, ma quelli con cui ho parlato penso siano molto entusiasti esso. "

Harry ha sottolineato l'impegno di Micosoft nei confronti dei clienti di SourceSafe, notando che un aggiornamento a SourceSafe è previsto come parte dell'ondata di rilascio del prodotto 2010 per Visual Studio. L'aggiornamento consentirà a SourceSafe di funzionare con Visual Studio 2010.

La decisione di Microsoft di eliminare gradualmente Visual SourceSafe "ha senso", ha affermato l'analista Rob Sanfilippo, vicepresidente della ricerca di Directions on Microsoft. "Visual SourceSafe è orientato verso piccoli progetti di sviluppo e si basa su una tecnologia meno sofisticata di quella offerta con Team Foundation Server", ha affermato. L'opzione di installazione di base dovrebbe rendere TFS una valida sostituzione per Visual SourceSafe in futuro, ha affermato Sanfilippo.

In un altro sviluppo nell'arena TFS, gli utenti di mainframe sarebbero in grado di accedere al server ALM di Microsoft proprio come gli utenti di Windows, Unix e Mac già possono, con la tecnologia in sviluppo presso Teamprise.

Con un client mainframe pianificato, gli sviluppatori che lavorano su un mainframe potrebbero essere "contributori completi ed uguali a un progetto di sviluppo gestito in Microsoft Team Foundation Server", ha affermato Martin Woodward, ingegnere software senior di Teamprise.

Al momento è possibile accedere a TFS per progetti Java, Mac, Unix e Windows, ha osservato Woodward. "Tuttavia, abbiamo una base di clienti significativa che ha anche sviluppatori per i quali il mainframe è il loro ambiente di sviluppo: non utilizzano strumenti come Visual Studio o Eclipse. Usano un terminale IBM 3270 e accedono al mainframe dove trovano il loro codice e strumenti di sviluppo ", ha affermato Woodward." È per queste persone che stiamo sviluppando il client mainframe Teamprise ", ha affermato. Il client è in fase di sviluppo su z / OS R08.

Harry di Microsoft dà agli sforzi di Teamprise un pollice in su in un post sul blog.

"Sono davvero entusiasta che stiano facendo questo passo perché ho sempre creduto che sia importante che tutte le persone in un progetto di sviluppo software siano in grado di accedere alle risorse del progetto, indipendentemente dal loro ruolo e dalla piattaforma su cui si trovano", Disse Harry.