Edizione gratuita di Visual Studio: abbastanza interessante per sviluppatori non Microsoft

Con Visual Studio 2015 disponibile al pubblico in diverse edizioni, Visual Studio 2015 Community si distingue come l'omaggio nel batch. Non gratuito come nell'open source - Microsoft non è così progressista - ma gratuito come nella birra e destinato (nelle parole di Microsoft) "per creare applicazioni moderne per Windows, Android e iOS, nonché applicazioni Web e cloud Servizi."

A differenza delle versioni a pagamento di Visual Studio, Community è ideata e offerta a sviluppatori non aziendali e open source. Quanto piacerà a chi è già su un IDE gratuito (o open source), soprattutto quando si tratta di stack di software che non sono di Microsoft? La risposta breve: piuttosto interessante, anche se ha il costo di trattare con alcuni Microsoft-ismi.

La prima tra queste catture è la licenza, che viene fornita con alcuni vincoli per gli utenti aziendali. I singoli utenti non hanno restrizioni e possono sviluppare app commerciali liberamente, ma le organizzazioni e le imprese possono essere utilizzate solo "in un ambiente di apprendimento in classe, per la ricerca accademica o per contribuire a progetti open source".

Quindi, considera le dimensioni della community di Visual Studio rispetto ad altri IDE. Quelli abituati all'installazione di una singola cartella, diciamo, di Eclipse svengono quando vedono la proliferazione di questo programma. Una configurazione di base con le opzioni selezionate per impostazione predefinita, i soli strumenti per sviluppatori Web, parte da 6 GB e sale da lì. (La mia copia di Eclipse Luna, attrezzata per il lavoro con Python, Java e Golang, è solo di circa 500 MB su disco.) Tentacolare o meno, un lancio a freddo di Community sul mio sistema (un Intel Core i7 da 16 GB, 3,5 GHz) richiede circa lo stesso tempo per dare il via a Eclipse stesso, circa 5 secondi.

Il programma di installazione per l'edizione Community include il supporto per alcuni stack di sviluppo open source chiave forniti da terze parti. Ad esempio, lo stack Python 3.4 contiene progetti di esempio per i framework Web Bottle, Django e Flask, oltre a un modello per un servizio cloud di Azure vuoto. Sono disponibili anche strumenti di sviluppo Android (e iOS) pronti all'uso, insieme a JavaScript.

Una gamma di componenti aggiuntivi di sviluppo di terze parti per stack open source è disponibile tramite la raccolta di Visual Studio. Sfortunatamente, non tutti sono stati aggiornati per Visual Studio 2015. PHP Tools per Visual Studio, ad esempio, è stato aggiornato, ma l'unico componente aggiuntivo per il supporto di Golang (non fornito da Google) non lo è.

Chi ha già familiarità con un'incarnazione esistente di Visual Studio non dovrà fare molto, se del caso, riorganizzare. La community presenta la stessa interfaccia multipannello e le stesse barre degli strumenti dei suoi cugini di livello professionale, con componenti aggiuntivi gestiti allo stesso modo.

Gli strumenti disponibili per ogni lingua particolare vengono forniti dall'estensione installata per quella lingua e quindi variano. Detto questo, il supporto Python in bundle si confronta favorevolmente con le soluzioni che ho visto altrove. Evidenziazione della sintassi, un debugger integrato con funzionalità di tracciamento dello stack, progetti dipendenti, una vista del progetto basata su classi, profili delle prestazioni e consapevolezza di cose specifiche di Python come gli ambienti virtuali sono tutti qui. Il completamento del codice IntelliSense è supportato per coloro che lo desiderano (l'ho fatto io), anche se può sempre essere disattivato.

Se stai cercando di collaborare con altri, non aspettarti di trovare nessuno degli strumenti di Microsoft Team Foundation Server nella community di Visual Studio. Aspettatevi, tuttavia, di trovare l'integrazione di GitHub e il supporto per Git (sebbene la versione installata per impostazione predefinita sia Git 1.95). La connettività GitHub viene visualizzata nel riquadro Team Explorer, come per Visual Studio Online. Mi sarebbe piaciuto vedere una migliore integrazione per i problemi rilevati da GitHub; in questo momento, il supporto consiste solo in un collegamento alla pagina del progetto ospitata da GitHub pertinente.

Infine, cosa manca rispetto alle edizioni a pagamento di Visual Studio? Oltre ai servizi ospitati nel cloud come Visual Studio Online, altre omissioni includono strumenti di gestione del laboratorio per l'impostazione e l'abbattimento degli ambienti di test. Anche CodeLens, IntelliTrace e le altre funzioni di debug integrate nel cloud che Microsoft ha evidenziato con Visual Studio sono assenti. Detto questo, alla maggior parte delle persone che entrano senza un grosso investimento in Microsoft probabilmente non dispiacerà, poiché tendono a rimanere fedeli ai loro strumenti di hosting e collaborazione esistenti.

[ Modificato per chiarire che Visual Studio Online, non Team Foundation Server, è una delle funzionalità omesse. ]