L'orologio di fine vita di SQL Server 2005 sta scadendo

All'inizio di questa settimana, Microsoft ha ricordato agli utenti di SQL Server 2005 che tutto il supporto per quel prodotto sarebbe terminato in un anno, il 12 aprile 2016.

Non si tratta di uno sviluppo inaspettato, poiché SQL Server 2005 si trova nella fase di "supporto esteso" del suo ciclo di vita dall'aprile 2011. Ma come con gli altri prodotti server che si avvicinano alla fine del ciclo di vita, Microsoft sta spingendo gli utenti esistenti di SQL Server a migrare a prodotti più recenti nella famiglia SQL Server o sulla piattaforma database di Microsoft Azure.

La fine del supporto per SQL Server 2005 significa che non saranno più disponibili patch di protezione per il prodotto. Ma ciò non include le società che hanno accordi speciali tramite un contratto di supporto Microsoft Premier come quelli offerti da Microsoft per Windows XP, anche se non è chiaro se Microsoft offrirà sconti del 90% per i contratti di supporto di SQL Server 2005, come è stato riferito a fatto per XP.

Come con l'imminente fine del ciclo di vita di Windows Server 2003 (14 luglio 2015), Microsoft sta sfruttando al massimo l'anno rimanente per spingere le organizzazioni a eseguire l'aggiornamento. Piuttosto che puntare esclusivamente sulla sicurezza come motivazione, Microsoft ha dedicato più spazio nell'articolo alla promozione dei miglioramenti delle prestazioni e delle funzionalità di alta disponibilità presenti nelle versioni più recenti di SQL Server.

Per coloro che intendono aggiornare SQL Server in locale, Microsoft afferma che SQL Server 2005 può essere aggiornato sul posto a SQL Server 2014, a condizione che il primo non sia un'edizione a 32 bit del prodotto. (In questi casi, è necessario un aggiornamento side-by-side.) Per coloro che desiderano passare al cloud di Microsoft, il database SQL di Azure v12 offre una "compatibilità quasi completa" con il prodotto Microsoft SQL Server autonomo e Microsoft offre il proprio strumento open source per aiutare la migrazione.

Non c'è dubbio che SQL Server 2005 abbia ancora una base considerevole di distribuzioni aziendali attive. Sebbene i numeri esatti siano difficili da ottenere, un suggerimento pubblico su come SQL Server 2005 continua a essere utilizzato proviene da Stack Overflow, dove continua a comparire un flusso lento e costante di domande contrassegnate come "sql-server-2005".

Anche dove e come vengono distribuiti questi database - a livello di azienda, reparto o singola applicazione - è importante; le implementazioni più in alto nella gerarchia e più diffuse in un'organizzazione sono più difficili da affrontare. Ad esempio, le applicazioni create con specifiche restrizioni di conformità normativa saranno più difficili e più costose da eliminare.

Uno studio firmato da Forrester e commissionato da Microsoft ha delineato i costi della migrazione alle versioni più recenti di SQL Server. Lo scenario di migrazione, un composito creato dallo studio di diverse organizzazioni esistenti, potrebbe costare complessivamente fino a 4 milioni di dollari, ma Forrester ha affermato che tali spese potrebbero essere recuperate entro un anno. Il report si concentra principalmente sull'impatto economico complessivo di una distribuzione di SQL Server, non sui costi specifici associati all'aggiornamento di una versione precedente di SQL Server in un'organizzazione, in particolare una vecchia come SQL Server 2005.

L'emergenza di aggiornamento più urgente rimane Windows Server 2003, ancora ampiamente distribuito nelle aziende e in difficoltà, con solo circa tre mesi rimasti prima che Microsoft interrompa tutto il supporto per il prodotto.