Java EE 8 è qui: cosa devi sapere

Java EE 8, formalmente Java Platform Enterprise Edition versione 8, è ora disponibile. Il rilascio rappresenta la prima fase del piano in due fasi di Oracle per abbracciare i paradigmi di elaborazione moderni, in particolare le distribuzioni cloud, in Java aziendale.

Dove scaricare Java EE 8 JDK

Oracle ha pubblicato il JDK Java EE 8 e la documentazione per il download da parte degli sviluppatori.

Approvato dal Java Community Process solo un mese fa, il focus principale di Java EE 8 è il supporto per HTML5 e lo standard HTTP / 2, così come una semplificazione avanzata e l'integrazione dei bean gestiti e un'infrastruttura migliorata per le applicazioni nel cloud. Java EE è costruito su Java Platform, Standard Edition (Java SE), anch'esso aggiornato oggi con il rilascio di Java SE 9 e il suo JDK 9.

Nuove funzionalità in Java EE 8

Java EE 8 supporta molte nuove specifiche della tecnologia Java, tra cui:

  • JSON-B (JavaScript Object Notation Binding), che fornisce un livello di associazione per la conversione di oggetti Java da e verso messaggi JSON.
  • Aggiornamenti a JSON-P (JSON Processing API), migliorando il modello a oggetti.
  • API client reattiva JAX-RS (API Java per servizi Web RESTful) 2.1.
  • Supporto JAX-RS per eventi inviati dal server, offrendo un canale unidirezionale da un server a un client.
  • Supporto HTTP / 2 in Java Servlet. Java Servlet fornisce una classe di programmazione per estendere le capacità del server.
  • API Java EE Security, che supporta i paradigmi cloud e PaaS.
  • Bean Validation 2.0, che sfrutta i costrutti del linguaggio Java 8 per l'uso nella convalida. La convalida dei bean consente l'espressione dei vincoli sui modelli a oggetti utilizzando le annotazioni.
  • JavaServer Faces 2.3, per la creazione di interfacce utente lato server.
  • CDI (Contexts and Dependency Injection) 2.0, che enfatizza gli eventi asincroni.

L'anno scorso, membri di spicco della comunità Java aziendale si sono sollevati per protestare contro ciò che era percepito come un progresso bloccato su Java EE. Oracle ha quindi implementato il suo piano per rivitalizzare la piattaforma, notando che la società aveva desiderato ritirarsi dai precedenti piani Java EE ritenuti inadeguati per i moderni paradigmi di elaborazione.

Uno degli sforzi dei ribelli ha portato allo sviluppo di MicroProfile, fornendo una definizione di piattaforma di base per i microservizi. La Eclipse Foundation da allora ha rilevato MicroProfile, ma rimane un meccanismo per accelerare l'adozione di Java EE 8. (Ciò è particolarmente vero ora che Eclipse Foundation ha anche assunto la proprietà di Java EE stessa.) L'attuale versione 1.1 di MicroProfile fornisce un stack che include CDI, JSON, JAX-RS e un'API di configurazione.

Gli aggiornamenti di Java EE saranno più rapidi

Java EE 8 sarà seguito il prossimo anno da Java EE 9, come parte di uno sforzo in due fasi per riorganizzare la piattaforma per le moderne implementazioni di cloud e microservizi. Java EE 8 è incentrato sulle sistemazioni per configurare i servizi e sul controllo dello stato di salute per gestire i servizi. La versione successiva di EE 9 è prevista per promuovere l'implementazione di unità di servizi più piccole e un modello di programmazione reattivo per la creazione di sistemi basati su eventi su larga scala.

Basato su Java SE, Java EE offre un'API e un ambiente di runtime per la creazione e l'esecuzione di applicazioni di rete multilivello su larga scala, con la sicurezza e l'affidabilità che servono come obiettivi chiave della piattaforma.

Come parte del processo di sviluppo di Java EE 8, Oracle ha lavorato a GlassFish 5, il server di applicazioni open source che è servito come implementazione di riferimento per la piattaforma Java EE. L'intento è quello di avere due build di promozione GlassFish 5 settimanali per rilevare prima i problemi di integrazione.