Evolve OS è la distribuzione Linux più facile da usare?

Evoluzione del sistema operativo e facilità d'uso

Evolve OS non è esattamente nella stessa lega di Ubuntu o Linux Mint in termini di essere conosciuto dagli utenti Linux. Ma questo potrebbe cambiare con il rilascio della prima beta di Evolve OS. Uno scrittore di TechRepublic sta valutando la possibilità di passare a Evolve OS e di abbandonare Ubuntu.

Jack Wallen di TechRepublic riferisce:

Nel 2014 è apparsa una nuova distribuzione dal nulla, che è andata dritta al cuore della questione e ha promesso di fornire una distribuzione Linux come nessun'altra. Quella distribuzione è Evolve OS. Per molto tempo, la distribuzione è rimasta in uno stato di limbo e il meglio che potevi fare era scaricare un alpha e sperare che funzionasse. Ho provato diverse volte e alla fine ho deciso di installare semplicemente il desktop Budgie su una distribuzione Ubuntu. Quel tentativo mi ha dato un'idea di come sarebbe stato Evolve OS, ma non molto di più.

Se sei un fan dei Chromebook ma desideri aggiungere un ulteriore livello di usabilità e potenza, Evolve OS è per te. Se stai cercando l'epitome dell'eleganza su un desktop, Evolve OS è per te. Se stai cercando la singola barriera più bassa all'ingresso per Linux, Evolve OS è per te.

Altro su TechRepublic

Il sito Evolve OS contiene ulteriori informazioni:

Evolve OS è una distribuzione Linux costruita da zero, utilizzando una versione biforcuta del gestore di pacchetti PiSi (mantenuto come "eopkg" all'interno di Evolve OS). È disponibile come LiveCD installabile ed è disponibile solo per computer x86_64 (64 bit). Il supporto EFI è in programma, tuttavia il programma di installazione non è stato ancora portato.

Per impostazione predefinita, utilizziamo Budgie Desktop, che a sua volta è strettamente integrato con lo stack GNOME per ridurre il debito tecnico e il sovraccarico inutile.

Altro su Evolve OS

Puoi scaricare la versione beta di Evolve OS tramite questi link:

Irlanda (Ikey's Mirror)

Paesi Bassi (Alejandro's Mirror)

Italia (specchio di TuxPT)

USA (specchio di RaynoVox)

Torrent (Linuxtracker)

Game Developer's Conference e la prossima versione di OpenGL

L'API OpenGL open source potrebbe avere un successore in attesa dietro le quinte, secondo PC World. Le notizie potrebbero arrivare da un pannello alla conferenza degli sviluppatori di giochi il 5 marzo.

Hayden Dingman riporta per PC World:

La speranza qui non è solo per ottenere prestazioni migliori da questa nuova API, ma anche una maggiore compatibilità con DirectX. Ciò renderebbe più facile per gli sviluppatori trasferire i loro giochi da Windows a Linux e Mac, aumentando potenzialmente la fattibilità di piattaforme di gioco concorrenti, come ad esempio le leggendarie e non ancora rilasciate Steam Machines di Valve. Sorpresa! Valve è direttamente coinvolta con il panel GDC dove tutto questo sarà annunciato: "glNext: The Future of High Performance Graphics (Presented by Valve)." Anche i dipendenti di EA, Unity ed Epic saranno a disposizione per la rivelazione.

È tutto quello che sappiamo adesso. Non si sa quando glNext sarà disponibile, con quale hardware sarà compatibile o se ridurrà i colli di bottiglia della CPU come fanno DirectX 12 e Mantle.

Altro su PC World

Ecco una descrizione del pannello e un collegamento all'evento sul sito GDC:

Unisciti a noi per la presentazione dell'iniziativa glNext di Khronos, l'imminente API grafica multipiattaforma progettata per le moderne tecniche di programmazione e processori. glNext sarà la scelta unica per gli sviluppatori che richiedono le massime prestazioni nelle loro applicazioni. Presenteremo un'analisi tecnica dell'API, tecniche avanzate e demo live di applicazioni del mondo reale in esecuzione su driver e hardware glNext.

Maggiori informazioni alla Game Developer Conference