Il creatore di Python Guido Van Rossum si dirige a Microsoft

In un tweet pubblicato giovedì a mezzogiorno, il creatore del linguaggio di programmazione Python Guido van Rossum ha annunciato che entrerà a far parte della Developer Division di Microsoft, dove lavorerà per migliorare Python su Windows e Python in generale.

"Ho deciso che il pensionamento era noioso", ha scritto van Rossum annunciando di essere entrato a far parte della divisione Developer di Microsoft. "Di fare ciò che? Troppe opzioni da dire! Ma sicuramente migliorerà l'utilizzo di Python (e non solo su Windows :-). C'è molto open source qui. Guarda questo spazio."

Non è la prima volta che Microsoft e Python uniranno le forze. Microsoft ha fornito agli sviluppatori Python componenti aggiuntivi ampiamente utilizzati per l'editor di Visual Studio Code di Microsoft. La generazione più recente di questi, Pylance, fornisce il controllo del tipo ad alta velocità e l'analisi del codice per le basi di codice Python, insieme al supporto per strumenti specifici di Python come Jupyter Notebook. Un altro recente progetto Microsoft / Python, Playwright, fornisce un modo rapido e conveniente per testare le applicazioni web Python.

Microsoft ha anche contribuito alla base di codice Python direttamente in passato. Un'importante aggiunta chiave per Python 3.6 è stata PEP 523, una modifica all'API C di Python per consentire agli strumenti di debug o ai compilatori just-in-time (come il progetto Pyjion di Microsoft) di intercettare e sovrascrivere la valutazione del codice Python.

Ciò a cui accenna van Rossum potrebbe facilmente rientrare in una di queste categorie: strumenti per Python o modifiche fondamentali a Python stesso. Non mancano le cose che van Rossum e Microsoft potrebbero cercare di migliorare con Python.

Poiché l'uso di Python è esploso nel mondo dello sviluppo del software, l'adozione diffusa del linguaggio ha anche rivelato molti dei limiti creati dalle sue scelte architettoniche. L'installazione e la gestione di moduli di terze parti in Python è ancora poco elegante e frammentata, con un progetto standard ma minimo (Pip) e una sfilza di alternative più ambiziose ma in conflitto (Poetry, Pipenv, ecc.).

Python non dispone inoltre di un modo standardizzato per distribuire binari autonomi ed è ancora difficile far funzionare i programmi Python su più core hardware. Tutte queste aree, e molte altre, sono mature per van Rossum e Microsoft su cui lavorare insieme.