Microsoft terminerà il supporto per IE8, IE9 e IE10

Microsoft sta finalmente passando dai suoi browser Web obsoleti poiché Internet Explorer 8, 9 e 10 riceverà gli ultimi aggiornamenti di sicurezza ed entrerà in fine vita il 12 gennaio. Gli utenti vedranno quindi una scheda con un collegamento per il download al più recente Internet Explorer disponibile per il sistema operativo.

La fine del ciclo di vita non significa che le versioni precedenti di Internet Explorer smettono improvvisamente di funzionare e ci sono modi per disattivare il fastidioso promemoria di Microsoft per l'aggiornamento. Ma non passare a un browser supportato è un errore di sicurezza colossale considerando che gli aggressori spesso prendono di mira le vulnerabilità prive di patch in Internet Explorer. Un browser aggiornato regolarmente è ancora una linea di difesa fondamentale contro gli attacchi basati sul Web.

Si noti, tuttavia, che la fine del ciclo di vita si applica solo a un determinato segmento, ma a un numero significativo, di utenti Windows.

"L'aggiornamento si applicherà a Windows 7 SP1 e Windows Server 2008 R2 per gli utenti che non hanno eseguito l'aggiornamento a Internet Explorer 11 (ovvero gli utenti di IE8, IE9 e IE10)", ha scritto in un post sul blog Steve Thomas, consulente senior di Microsoft .

Eccezioni per sistemi operativi precedenti

La politica di supporto del ciclo di vita adottata da Microsoft un anno fa lega il software alla versione del sistema operativo sottostante. Internet Explorer è considerato un componente del sistema operativo, quindi il browser è supportato fintanto che il sistema operativo è supportato. Una manciata di sistemi operativi attualmente in supporto esteso non supportano Internet Explorer, quindi continueranno a ricevere supporto tecnico e aggiornamenti di sicurezza per IE9 e IE10. Le eccezioni all'annuncio di fine vita sono le seguenti:

  • Windows Vista SP2 (IE9)
  • Windows Server 2008 SP2 (IE9)
  • Windows Server 2008 IA64 Itanium (IE9)
  • Windows Server 2012 (IE10)

IE8 scompare completamente per tutte le versioni del sistema operativo.

Considerando che la base di installazione per questi sistemi operativi è relativamente piccola, la maggior parte delle organizzazioni vedrà la maggior parte dei propri sistemi interessati. Gli utenti di Windows 7 costituiscono oltre il 55% dei computer desktop, secondo gli ultimi dati di NetMarketShare e rimane il sistema operativo dominante nelle aziende. "In sostanza, nessuna azienda utilizza Windows Vista", ha affermato James Maude, ingegnere di sicurezza senior di Avecto.

Impatto su IT e sviluppatori

Per le organizzazioni che utilizzano ancora versioni precedenti per supportare le applicazioni line-of-business legacy, il fatto che tre generazioni di browser predefiniti di Microsoft non siano più supportate contemporaneamente complica enormemente il lavoro dell'IT. Le aziende spesso hanno difficoltà ad aggiornare e testare nuovo software sulla build aziendale.

"Andare avanti non è sempre un processo semplice", ha detto Maude.

Alcune aziende potrebbero decidere di eseguire i browser in contenitori virtualizzati per mantenere la compatibilità con le applicazioni aziendali obsolete. E quelle organizzazioni con sistemi operativi precedenti che non sono in grado di eseguire IE11 dovrebbero prendere in considerazione il passaggio ad altri browser, come Chrome o Firefox.

La mossa di fine vita è un'ottima notizia per gli sviluppatori che devono ancora fare i salti mortali per assicurarsi che le loro applicazioni funzionino sui browser meno recenti. Gli sviluppatori non vogliono preoccuparsi se i CSS moderni funzionano o meno su versioni precedenti o se i loro utenti stanno ottenendo un'esperienza subottimale a causa del browser che stanno utilizzando. Prima di eliminare completamente il supporto per sviluppatori per IE9 e IE10, controlla le statistiche del sistema operativo dell'utente per capire quanti utenti saranno interessati. Anche se non si tratta di una fine del ciclo di vita completa, avvicina gli sviluppatori al giorno in cui possono smettere di testare le loro applicazioni su browser meno recenti.