In che modo Mappe di Azure differisce da Bing Maps per gli sviluppatori

Chiunque desideri creare un'app di mappe su una piattaforma Microsoft si trova di fronte a un dilemma: l'azienda dispone attualmente di due API di mappatura, una che utilizza Bing e una basata su Azure. Sono molto simili e, sebbene Bing Maps abbia più funzionalità, Mappe di Azure sta recuperando rapidamente. Usano dati di mappatura di diversi partner e hanno diversi modelli di prezzo. Con nuove partnership, un focus aziendale e un numero crescente di nuove funzionalità, Mappe di Azure sta iniziando a diventare un'opzione utile per chiunque desideri aggiungere funzionalità di mappatura a un sito o servizio; soprattutto dopo le recenti modifiche ai prezzi di Google.

Le applicazioni che riconoscono la posizione richiedono alcune funzioni chiave: cercare posizioni, visualizzare mappe e indirizzare gli utenti tra le posizioni. Anche se sembrano abbastanza semplici, questi tre requisiti hanno le loro dipendenze che rendono la creazione di un servizio di mappatura un compito ampio e complesso. Tutto ciò è necessario a Mappe di Azure per duplicare gran parte delle funzionalità di Bing, con geocodifica, geolocalizzazione, traffico e algoritmi di routing complessi che vanno oltre il routing point-to-point di base. La fata di Azure Maps proviene da TomTom, un'alternativa all'uso di Here da parte di Bing Maps.

I prezzi di Mappe di Azure iniziano con il livello gratuito S0 introduttivo che offre 250.000 transazioni di base per la mappatura e il traffico al mese, con ulteriori 5.000 query sul fuso orario e 25.000 query su tutti gli altri servizi, limitate a meno di 50 query al secondo. Una volta superato il livello gratuito, i servizi a basso volume costano $ 0,50 per 1.000 transazioni (con l'anteprima di geolocalizzazione che costa $ 0,25 per 1.000 transazioni). Se desideri più di 50 query al secondo, le cose diventano più costose, con il servizio S1 che aggiunge funzionalità di routing aziendale e immagini satellitari, a $ 5 per 1.000 transazioni.

È meglio iniziare a utilizzare il servizio al livello gratuito S0, approfittando di costi inferiori se si supera la quota mensile gratuita. Il servizio S1 a volume più elevato è davvero economico solo per le grandi imprese che effettuano molte query di geolocalizzazione, dove l'azienda ritiene che valga la pena pagare 10 volte di più per transazione.

Creazione della tua prima app Mappe di Azure

Per creare app con Mappe di Azure, è prima necessario configurare un account dopo aver creato una risorsa Mappe nel portale di Azure. Il tuo account deve essere collegato a una sottoscrizione di Azure e, una volta assegnato, può essere collegato a un gruppo di risorse di Azure pronto per aggiungere codice e altre risorse. Questo aggiunge chiavi di autenticazione al tuo account, che devi usare nella tua applicazione.

Sebbene sia possibile usare il servizio tramite le API REST, è più semplice usare Azure Maps Web SDK (attualmente non sono presenti SDK per UWP o iOS). Il modo più semplice per aggiungerlo alle tue app Web è caricare il JavaScript SDK dalla rete di distribuzione dei contenuti di Microsoft come parte dell'intestazione della pagina. Le app native che usano l'SDK in un controllo Web lo scaricano tramite NPM ed eseguono su un'istanza Node.js. locale. Se lo fai, devi includere un riferimento ai fogli di stile appropriati.

Con l'SDK caricato, puoi visualizzare una mappa creando un div per ospitare il controllo mappa. JavaScript carica il controllo mappa nel div, scegliendo le coordinate per centrarlo e impostando un livello di zoom. Le mappe possono essere personalizzate facilmente, con l'SDK che offre una selezione di stili e strumenti per la navigazione in una mappa.

Utilizzo di Mappe di Azure con i dati

Le mappe sono molto più che mostrare le posizioni. I moderni strumenti di mappatura devono visualizzare qualsiasi tipo di dati geocodificati, collegando le informazioni con il mondo reale. Azure Maps SDK fornisce strumenti per aggiungere i propri simboli a una mappa, nonché per aggiungere varie forme e mappe termiche. Tutto ciò che devi fare è associare la tua origine dati al controllo mappa, scegliere la visualizzazione e l'SDK farà il resto.

Mappe di Azure ha recentemente spostato molti dei suoi servizi allo stato di produzione, oltre a lanciare nuovi riquadri di mappatura basati sul terreno. Insieme a questi servizi, i suoi SDK per Android e il Web hanno aggiunto l'integrazione con Azure Active Directory in modo che solo gli utenti autorizzati possano accedere a qualsiasi servizio di mappatura creato, riducendo il rischio di fuga di dati riservati sulla posizione.

Gli SDK nativi sono un importante passo avanti per Mappe di Azure. Sebbene sia possibile utilizzare l'SDK Web in una visualizzazione Web dell'app, il codice della mappa viene eseguito in una rimozione dal resto dell'app nativa. Ciò rallenta le cose, aggiungendo un livello di complessità mentre passi da Android Java o Kotlin a JavaScript in esecuzione nel controllo del browser. Il nuovo Android SDK per Mappe di Azure include una superficie di rendering della mappa, nonché l'integrazione con i servizi di routing nel cloud e gli avvisi sul traffico.

Nuovi servizi di mappatura per nuovi casi d'uso

Microsoft aggiunge regolarmente nuove funzionalità a Mappe di Azure, fornendo servizi che completano altre funzionalità di Azure. Se stai sperimentando i servizi per droni di Azure, stai usando Mappe di Azure per recintare aree di volo o usando Griglia di eventi per attivare azioni specifiche in posizioni specifiche della mappa. Le funzionalità di recinzione geografica di Mappe di Azure vanno oltre gli scenari comuni, con opzioni come l'offerta di creare buffer attorno agli oggetti, proteggere le linee elettriche o aggiungere bordi ai siti sensibili.

Un'altra utile funzionalità di Azire Maps è una query del punto più vicino. Questo individua l'utente e quindi restituisce una serie di risultati che indicano dove si trova il più vicino di un insieme di punti. Questi punti possono essere qualsiasi cosa: un database geolocalizzato di dispositivi IoT o risorse fisiche note, oppure i risultati di una query su un servizio di localizzazione. Se stai creando un'app per, ad esempio, una catena di negozi di caffè, questa sarebbe la query che useresti per indirizzare gli utenti al negozio più vicino, insieme a un elenco di altri negozi vicini.

È possibile velocizzare questo tipo di query utilizzando il servizio dati di Mappe di Azure. Invece di mantenere separati i dati e la mappatura, con più query tra i servizi per gestire una query sulla posizione, puoi caricare fino a 50 MB dei tuoi dati con etichetta geografica nel tuo account Mappe di Azure. Mappe di Azure usa quindi tali dati per query e servizi geospaziali, gestione di recinti virtuali, aggiunta di immagini personalizzate alle mappe o posizione di siti o dispositivi.

Se stai cercando di aggiungere mappe alle tue app, vale sicuramente la pena dare un'occhiata a Mappe di Azure. I suoi controlli potrebbero non essere maturi come Bing Maps e non supporta tante piattaforme, ma ha tutte le funzionalità di cui hai bisogno. Anche il prezzo è più semplice, il che potrebbe semplificare la scelta di Azure rispetto a Bing come provider di mappe. Anche così, non è ancora il momento di migrare i servizi esistenti da Bing Maps a Mappe di Azure, con i servizi di Azure più focalizzati su nuove soluzioni aziendali e sul lavoro con IoT.