Visual Studio Online diventa Visual Studio Codespaces

Microsoft ha cambiato il nome di Visual Studio Online in Visual Studio Codespaces, per rendere il nome più in linea con l'idea che l'offerta sia "più di un semplice" editor in un browser "", ha scritto la società in un post sul blog. Microsoft ha introdotto la modifica del nome il 30 aprile, insieme a un nuovo tipo di istanza Basic a basso costo per Codespaces.

L'ambiente di sviluppo online, che ha iniziato una fase di anteprima pubblica a novembre, prevede ambienti di sviluppo ospitati su cloud che possono essere accessibili da qualsiasi luogo. I cosiddetti Codespaces possono essere utilizzati per funzionalità tra cui la prototipazione di una nuova funzionalità o l'esecuzione di attività a breve termine come la revisione delle richieste pull.

Il nuovo tipo di istanza Basic è un Codespace a basso costo e potenza inferiore che esegue Linux, due core virtuali, quattro GB di RAM e 64 GB di storage SSD. Le istanze di base sono disponibili immediatamente a una tariffa di 24 centesimi l'ora. La tariffa scende a 8 centesimi l'ora la prossima settimana, quando Microsoft ridurrà i prezzi per tutti i tipi di istanze di Codespaces. 

Altre funzionalità aggiunte di recente a Visual Studio Codespaces includono:

  • Una capacità per portare i propri Dockerfile o immagini, consentendo a un Codespace di essere adattato alle specifiche esatte, puntando a un'immagine da un registro come Docker Hub o inserendo un Dockerfile personalizzato in un repository. Gli sviluppatori possono connettersi a questi da Codespaces.
  • La possibilità di modificare le dimensioni dell'istanza, fornendo un ambiente a bassa potenza e costo inferiore che può essere aggiornato quando necessario senza perdere lo stato e senza dover creare un nuovo ambiente. Anche il tipo di istanza Basic supporta questa funzionalità.
  • Miglioramenti alla capacità degli ambienti self-hosted, per la registrazione di qualsiasi macchina in Visual Studio Codespaces e la connessione ad essa da Visual Studio Code o dall'editor basato su browser di Microsoft. I miglioramenti includono la semplificazione del processo self-hosted e l'espansione degli scenari supportati.