Presentazione della piattaforma dati a basso codice Dataflex di Microsoft

La famiglia Microsoft di strumenti per applicazioni low-code e no-code è una delle sue piattaforme di sviluppo in più rapida crescita. Basandosi sulle tecnologie delle applicazioni line-of-business Dynamics e di Office, la Power Platform è forse meglio pensata come il successore spirituale di strumenti familiari come Visual Basic for Applications: un modo rapido per costruire quelle piccole applicazioni da risolvere problemi che non meritano di deviare risorse limitate per sviluppatori.

Fino a poco tempo, gran parte degli strumenti di Power Platform si concentrava sulla creazione e gestione di flussi di lavoro utilizzando Power Automate per l'automazione dei processi aziendali di base e Power Apps come generatore di applicazioni front-end di base, con particolare attenzione alla creazione di moduli e query. Proprio come Visual Basic ha fatto per l'elaborazione client-server, sono una traduzione per il pubblico generale dell'API e delle basi dei messaggi del moderno computing distribuito incentrato sul cloud.

Collegamento di Power Platform ai dati aziendali

Esamina in dettaglio l'architettura di Power Platform e troverai il Common Data Model (CDM), il livello di storage di oggetti di business estensibile di Microsoft. Preconfigurato con una serie di entità aziendali standard, il CDM è un tentativo di fornire una base standard alle app create dagli utenti di tutto il mondo, consentendo loro di essere condivise sia all'interno che all'esterno di un'azienda senza rivelare proprietà intellettuale critica. Microsoft espande regolarmente il modello di entità Common Data Model di base, aggiungendo nuovi tipi di dati per supportare diversi processi aziendali.

C'è molta attenzione sui partner di sviluppo di applicazioni con strumenti come questo, poiché sono fondamentali per l'implementazione di applicazioni ERP e CRM su larga scala in Dynamics. Microsoft ha utilizzato il suo recente evento partner Inspire per rinominare gli strumenti Common Data Service che supportano, gestiscono e lavorano con le entità Common Data Model in Dataflex Pro. Allo stesso tempo, ha svelato un nuovo set di strumenti per lavorare con Dataflex Pro in Power Apps, in Power Virtual Agents e nello strumento di collaborazione Teams. Contrassegnato come Dataflex, è destinato a consentire a chiunque di lavorare con gli oggetti di business archiviati nei sistemi line-of-business. Utilizzando Dataflex, chiunque sia in grado di scrivere una macro di Excel dovrebbe essere in grado di creare e condividere applicazioni in grado di eseguire query, visualizzare e aggiornare i record di Dataflex Pro.

Utilizzo di Dataflex in Teams

Le app Dataflex sono costruite all'interno di Teams, utilizzando una griglia per selezionare gli elementi dall'ambiente Dataflex Pro della tua azienda per creare un'applicazione. Dopo aver creato l'applicazione, è possibile collegarla rapidamente a un flusso di lavoro tramite Power Automate, con la possibilità di scegliere flussi istantanei, pianificati o automatizzati. Ciò dovrebbe consentire di attivare flussi di lavoro all'interno di Teams, ad esempio, aggiornando un campo ordine per aggiornare automaticamente un dashboard predittivo basato sull'apprendimento automatico in esecuzione in Power BI.

La combinazione di Teams, Dataflex e Power Automate punta a un futuro interessante per Teams. È chiaro che gli strumenti di collaborazione come i team sono fondamentali per un lavoro remoto efficace e, senza alcun segno di fine per i dipendenti che lavorano da casa, l'automazione degli edifici intorno a loro dovrebbe aiutare a ridurre il sovraccarico cognitivo e mantenere il cambio di contesto al minimo.

Se posso passare a una scheda Team per aggiornare lo stato di un codice su cui sto lavorando, facendo in modo che l'aggiornamento di stato aggiorni automaticamente un piano di progetto e contemporaneamente avvisi il mio manager che il codice è pronto per il test, allora non ho dovuto cambiare a Project o inviare una e-mail. Tutto quello che devo fare è tornare al mio IDE e scrivere altro codice.

La creazione di app Dataflex dovrebbe essere relativamente facile; puoi utilizzare il gruppo esistente di Team e i controlli di accesso basati sui ruoli per gestire l'accesso ai dati. Le applicazioni sono create all'interno di Teams e non è necessario preoccuparsi dell'archiviazione, poiché è gestita dai servizi cloud di Power Platform sottostanti. Si inizia creando una tabella e quindi popolandola con tipi di dati standard prima di pubblicarla come applicazione.

Il servizio Dataflex funziona con contenuti relazionali, file e persino dati di immagine; è ideale per mettere insieme rapidamente applicazioni basate sui contenuti in grado di gestire tutta la documentazione necessaria in un flusso di lavoro. Una volta archiviati tramite Teams, è possibile accedere a tali dati da Power Apps o anche tramite un chatbot di Power Virtual Agent.

Non sarà necessario progettare un'interfaccia utente personalizzata; la tabella è l'interfaccia utente. Ciò semplifica la formazione degli utenti su come lavorare con Dataflex e, una volta formati, possono prendere rapidamente le app sviluppate dai colleghi e aggiungerle al loro flusso di lavoro. Microsoft fornirà una serie di applicazioni Dataflex predefinite incentrate sui lavoratori in prima linea, che possono essere utilizzate come modello per le proprie applicazioni.

Convergenza dei grafici Microsoft

La cosa forse più interessante è che Dataflex è la convergenza di due dei grafici di Microsoft: il Microsoft Graph che alimenta gran parte di Microsoft 365 e il Common Data Model in Dataflex Pro. Utilizzando Teams come interfaccia utente e livello di gestione, Microsoft Graph controlla l'accesso ai dati della tua linea di business e allo stesso tempo offre agli utenti la possibilità di creare le proprie visualizzazioni su quei dati che si adattano ai loro lavori e attività. La sovrapposizione del Microsoft Graph incentrato sulle persone su Dataflex Pro incentrato sulle applicazioni limita ciò che può essere fatto con quei dati, ma allo stesso tempo aggiunge l'opportunità di aumentare la sua portata in modo significativo.

Fuori dagli schemi, Dataflex è uno strumento utile e relativamente potente. È più potente se utilizzato insieme a Dataflex Pro, poiché consente di creare entità personalizzate che possono essere utilizzate nelle applicazioni Dataflex. Le entità possono avere più campi e, a differenza dei comuni database in formato libero, è possibile limitare il contenuto dei campi a selezioni predeterminate. Ciò semplifica la creazione di applicazioni attorno ad essi. Ad esempio, un'entità che detiene i dati su un appuntamento di assistenza sul campo può includere campi che indicano il motivo di un appuntamento e il relativo orario, con una relazione molti-a-molti paritaria con un'entità indirizzo per un cliente che proviene da un'applicazione CRM.

[Anche su: 25 semplici strumenti per creare rapidamente app per dispositivi mobili]

La struttura di un'entità Dataflex Pro può aiutare a costruire moduli e altre visualizzazioni in Dataflex o in Power Apps. Una volta generato un modulo, puoi personalizzare il layout e aggiungere altre entità secondo necessità, creando rapidamente un'applicazione di visualizzazione del modulo per query, aggiornamenti e nuovi dati. Una volta che i dati sono in Dataflex Pro, sono accessibili da qualsiasi altra applicazione in grado di funzionare con quei dati, sia che si tratti di un'app personalizzata in Teams o di una delle applicazioni Dynamics.

Forse l'aspetto più importante del lavoro con Dataflex e Dataflex Pro è che il modello di entità sottostante ci impedisce di utilizzare linguaggi di query specializzati. Le query ora sono ricerche, con relazioni di entità predefinite che codificano più informazioni sulla struttura dei nostri dati e su come devono essere utilizzati. C'è ancora bisogno di competenze specialistiche nella costruzione di queste relazioni, ma una volta che sono in atto, chiunque può iniziare a creare applicazioni in grado di utilizzarle, con o senza codice.