IBM domina l'elenco dei migliori supercomputer

Con prestazioni quasi doppie rispetto a quelle dell'Earth Simulator, a Yokohama, in Giappone, Blue Gene / L di IBM Corp. lunedì è stato ufficialmente classificato al primo posto nell'elenco Top500 dei supercomputer più veloci del mondo. IBM ha costruito quattro delle prime dieci macchine nell'elenco semestrale, che sarebbe stato annunciato lunedì sera alla conferenza SC2004 a Pittsburgh.

Blue Gene / L è un prototipo di 33.000 processori di un sistema molto più grande da $ 100 milioni che sarà consegnato al Lawrence Livermore National Laboratory di Livermore, in California, durante la prima metà del 2005. Il sistema è in grado di eseguire 70,72 trilioni di calcoli al secondo, rendendolo il primo nuovo sistema in cima alla lista dalla prima apparizione di Earth Simulator nel 2002.

Una volta completamente assemblato a Lawrence Livermore, Blue Gene / L sarà un sistema da 130.000 processori con una prestazione massima stimata di 360 teraflop, secondo IBM. Un teraflop è un trilione di calcoli al secondo.

Al secondo posto nella classifica Top500 di lunedì c'è il supercomputer "Columbia" da 10.240 processori, costruito da Silicon Graphics Inc. (SGI) per il Centro di ricerca Ames della NASA (National Aeronautics and Space Administration) a Moffett Field, California. Con una performance di riferimento di 51,87 teraflop, ha battuto facilmente l'Earth Simulator di NEC Corp., misurato a 35,86 teraflop.

Il Virginia Polytechnic Institute e la State University sono riapparsi nella lista, finendo al settimo posto cinque mesi dopo essere usciti dalla lista di giugno a causa di un aggiornamento hardware ai sistemi Xserve di Apple Computer Inc. Il sistema "SuperMac" di Virginia Tech ha riportato un benchmark di 12,25 teraflop.

L'elenco Top500 è compilato a partire dai risultati che vengono volontariamente inviati dai proprietari o dai produttori delle varie macchine. Si basa sul benchmark Linpack, che misura la velocità con cui i sistemi possono eseguire determinate operazioni matematiche.

Sebbene Linpack sia a volte criticato per non essere un indicatore universale delle prestazioni complessive, un alto posizionamento nella lista Top500 è molto ambito e i produttori di computer si sono dati da fare per superarsi a vicenda con risultati di riferimento negli ultimi mesi, in previsione del rilascio di lunedì della lista.

A settembre, IBM ha rilasciato numeri che mostrano che Blue Gene / L è leggermente più avanti del Simulatore di Terra. Un mese dopo, NEC ha annunciato l'intenzione di costruire un supercomputer da 65 teraflop nel dicembre di quest'anno. Quell'annuncio è stato seguito dai risultati preliminari di Linpack sul sistema SGI, che lo hanno posto davanti sia a Blue Gene / L che a Earth Simulator.

Nonostante l'insolita quantità di giochi tra venditori, la lista Top500 è diventata essenzialmente un "gioco per due giocatori" negli ultimi anni, ha detto Erich Strohmaier, informatico presso il Lawrence Berkeley National Laboratory, a Berkeley, in California, e uno dei manutentori della lista. Con 216 sistemi IBM e 173 costruiti da Hewlett-Packard Co., le due società hanno costruito più del 75% dei sistemi nell'elenco, ha affermato Strohmaier.

E mentre la maggior parte dei sistemi nell'elenco sono costruiti negli Stati Uniti, il numero di supercomputer Top500 costruiti nei paesi asiatici è in costante aumento, ha affermato Strohmaier. La Cina, ad esempio, aveva 17 sistemi nell'elenco. "Questo è sostanzialmente in aumento rispetto a nove sistemi un anno fa", ha detto Strohmaier. "Solo pochi anni fa abbiamo avuto il primo sistema cinese".