Non voluto da Oracle, Java EE viene adottato da Eclipse

La Eclipse Foundation è destinata a diventare il nuovo amministratore di Java aziendale, subentrando a Oracle, che non vuole più gestire Java EE.

Come parte dell'adozione, Java EE avrà probabilmente un nuovo nome, qualcosa che Oracle ha raccomandato nella sua proposta di fare in modo che una fondazione adotti Java EE.

Un mese fa, Oracle ha dichiarato che avrebbe posto fine al suo ruolo di amministrazione di Java EE e lo avrebbe affidato a una fondazione open source. In seguito a consultazioni con partner Java come IBM e Red Hat e dopo aver incontrato diverse fondazioni, Oracle ha optato per un'organizzazione che ha avuto una lunga storia nello sviluppo di Java: la Eclipse Foundation. Eclipse ha creato il suo popolare IDE Eclipse e ha gestito molte altre tecnologie Java.

Oracle ha citato l'esperienza di Eclipse in Java EE e le tecnologie correlate come motivo per il trasferimento di Java EE in Eclipse. "Questo ci aiuterà a eseguire rapidamente la transizione di Java EE, a creare processi a misura di comunità per l'evoluzione della piattaforma e a sfruttare progetti complementari come MicroProfile", ha affermato David Delabassee, evangelista del software Oracle. (MicroProfile è nato come uno sforzo guidato da Red Hat e IBM per adattare Java EE alle funzionalità dei microservizi l'anno scorso, dopo che parte della comunità Java temeva che Oracle stesse trascurando la piattaforma. Da allora MicroProfile è passato a Eclipse.)

"Il passaggio di Java EE alla governance aperta e alla collaborazione sarà un processo, non un evento", ha affermato Mike Milinkovich, Direttore esecutivo di Eclipse. "Le nostre prime discussioni con Oracle, IBM e Red Hat hanno dimostrato che c'è molto supporto per questo tra i loro team di leadership. "

Milinkovich ha anche concordato con Oracle sulla revisione di Java EE per supportare meglio il cloud computing. "Man mano che le aziende passano a un modello più incentrato sul cloud, è chiaro che Java EE richiede un ritmo di innovazione più rapido".

Oracle ha recentemente perfezionato la sua proposta per l'adozione di Java EE per coprire:

  • Definizione di una strategia di branding per la piattaforma, incluso un nuovo nome per Java EE che deve ancora essere determinato.
  • Relicensing Java EE e le relative tecnologie del server delle applicazioni GlassFish alla fondazione adottante. (GlassFish è servito come implementazione di riferimento Java EE.)
  • Dimostrare la capacità di fornire un'implementazione compatibile di Java EE.
  • Definizione di un processo attraverso il quale le specifiche esistenti possono evolversi. Java EE è stato finora sviluppato nel Java Community Process.
  • Reclutamento di sviluppatori e altri per sponsorizzare le tecnologie della piattaforma.

Costruito su Java Platform, Standard Edition (Java SE), Java EE è orientato verso applicazioni di rete su larga scala, multilivello e sicure. Java EE 8 è previsto a breve.

Oracle continuerà a supportare i licenziatari Java EE esistenti, compresi quelli che passano a Java EE 8. Continuerà inoltre a supportare il server di applicazioni Java WebLogic Server acquisito da BEA Systems un decennio fa e Java EE 8 sarà supportato in un prossimo aggiornamento a WebLogic Server.

Oracle mantiene anche la sua leadership su Java SE, proponendo di recente un programma di rilascio di Java SE più rapido.