Chi compra le scuse per l'outsourcing di Microsoft?

Penseresti che la profonda recessione nel settore IT e le decine di migliaia di licenziamenti risultanti soddisferebbero anche il più parsimonioso dei contatori di fagioli, ma non è stato così. Mentre i tecnici statunitensi disoccupati imparano a girare gli hamburger, gli affari vanno a gonfie vele per le due maggiori società di outsourcing dell'India - Tata Consultancy Services e Infosys - che hanno appena riportato i loro quarti migliori dall'inizio della recessione. Entrambi hanno anche annunciato che assumono migliaia di lavoratori.

Una delle aziende che contribuiscono a incanalare denaro e posti di lavoro in tutto il mondo è Microsoft, che ha recentemente annunciato che Infosys assumerà un'ampia parte delle sue operazioni IT interne per i prossimi tre anni. Esatto: la più grande azienda di software del mondo, che ha licenziato migliaia di dipendenti, non mangerà nemmeno il proprio cibo per cani, preferendo invece lasciare che qualcun altro combatta con le complessità di Windows Server e Windows 7.

[Windows 7 sta facendo enormi passi avanti nell'IT aziendale. Ma con esso arrivano nuove minacce alla sicurezza e metodi di sicurezza. Gli esperti collaboratori di ti mostrano come proteggere il nuovo sistema operativo nella guida PDF "Windows 7 Security Deep Dive". ]

Di certo non invidio un lavoro ai lavoratori indiani; come noi, vogliono nutrire le loro famiglie e avere una vita decente. Ma come si riprenderà l'economia americana se le nostre più grandi aziende sceglieranno di ingrassare i loro margini a scapito della forza lavoro domestica e dei fornitori nazionali?

Infosys si prepara ad accettare ancora più lavori negli Stati Uniti

Ecco una parte di un comunicato stampa di Infosys che annuncia l'accordo che è particolarmente significativo: "Questo accordo offre a Infosys un'opportunità unica di collaborare con Microsoft IT e acquisire una profonda e precoce esperienza nell'implementazione e gestione delle ultime tecnologie Microsoft, migliorando così Capacità di Infosys per aiutare altri clienti a sfruttare l'innovazione di Microsoft e ad adottare queste tecnologie ".

Traduzione: L'accordo da $ 100 milioni con Microsoft aiuterà Infosys ad ottenere ancora più posti di lavoro in outsourcing a spese dei lavoratori statunitensi. Parla di aggiungere la beffa al danno - e Infosys difficilmente fa male.

All'inizio di questo mese, Infosys ha rilasciato quella che una pubblicazione indiana ha definito "una dichiarazione martellante sulla ripresa del business prevedendo una crescita del 16-18% per questo anno finanziario, ha assegnato aumenti salariali del 14% e ha rivelato piani per reclutare 30.000 dipendenti".

L'unico po 'di umorismo in questo racconto è l'apparente disagio di Microsoft per essere stato presentato come un outsourcer. Sembra che Infosys fosse così felice di vincere il contratto che sputò un comunicato stampa che colse Microsoft alla sprovvista.

Microsoft si è affrettata a notare che ha esternalizzato i suoi servizi IT per un po 'di tempo. In una dichiarazione a uno scrittore di ZDNet, la società ha dichiarato: "Questo è semplicemente un consolidamento del lavoro che veniva fornito da più fornitori a un unico fornitore, Infosys. Microsoft ha compiuto uno sforzo concentrato per essere più efficiente e risparmiare denaro. Questo era un'area importante in cui poteva farlo. Questo nuovo contratto non avrà alcun impatto sulle risorse interne ".

Credo che uno degli altri fornitori fosse Hewlett-Packard. In ogni caso, se fosse stato il momento di consolidare quei servizi, Microsoft avrebbe potuto affidare il lavoro a un'azienda statunitense o addirittura (sussulto) gestire il lavoro internamente. Ma perché pensare al tuo paese?

Invece, Microsoft ha mozzato la testa. Alla fine di febbraio, ha annunciato di aver più che mantenuto il suo piano di un anno fa di eliminare 5.000 posizioni entro la metà di giugno 2010. Non che fossi preoccupato per loro, ma è bello sapere che i dirigenti Microsoft in partenza sono ben curati: il CFO Chris Liddell ha ricevuto una liquidazione di quasi 2 milioni di dollari quando ha deciso di andarsene, secondo i sempre interessanti documenti di Microsoft alla Securities and Exchange Commission. Quanto è stato grande il tuo licenziamento?

Poco più di un anno fa, IBM ha sbalordito il mondo tecnologico suggerendo alle sue migliaia di lavoratori licenziati di accettare un lavoro in India. L'annuncio dell'outsourcing di Microsoft non è poi così grottesco, ma quando si tratta di prendersi cura della forza lavoro, sembra che tutti i nostri giganti tecnologici siano più o meno gli stessi.

Accolgo con favore i tuoi commenti, suggerimenti e suggerimenti. Pubblicali qui in modo che tutti i nostri lettori possano condividerli o contattami a [email protected]

Questo articolo, "Chi compra le scuse per l'outsourcing di Microsoft?", È stato originariamente pubblicato da .com. Maggiori informazioni sul blog di Bill Snyder's Tech's Bottom Line su .com