Recensione: 13G PowerEdge R730xd di Dell, un server da lavoro con un calcio

Le nuove generazioni di server commodity in genere forniscono aggiornamenti incrementali a CPU, memoria, alimentazione e archiviazione. Non capita spesso di vedere la vera innovazione farsi strada in questi sistemi. Con il rilascio della 13a generazione di PowerEdge R730xd, Dell ha dimostrato che l'innovazione vive ancora nei server 2U a due socket.

Casi d'uso specifici per PowerEdge R730xd includono Microsoft Exchange, con la capacità di supportare un gran numero di caselle di posta su un singolo sistema. È possibile utilizzare la stessa configurazione per un server Microsoft SharePoint di fascia alta. Un altro eccellente caso d'uso per PowerEdge R730xd è lo storage definito dal software basato su prodotti come Microsoft Storage Spaces, Ceph for Openstack e VMware Virtual SAN. Lo spazio di archiviazione totale disponibile può anche essere ampliato con l'aggiunta di un contenitore di archiviazione collegato direttamente Dell Storage MD1400.

[Revisionato anche su: VMware Virtual SAN capovolge lo storage | 10 nuove eccellenti funzionalità in Windows Server 2012 R2 | Ottieni le ultime informazioni sulle notizie tecnologiche che contano dal blog di Tech Watch. ]

La versatilità è uno dei temi principali di 13G PowerEdge R730xd, poiché è possibile configurare il sistema in più modi. Se è lo spazio di cui hai bisogno, potresti optare per 24 unità con fattore di forma ridotto nella parte anteriore, più due nella parte posteriore per oltre 100 TB di spazio di archiviazione utilizzando unità da 4 TB. È inoltre possibile includere fino a quattro SSD PCIe NVMe Express Flash per soddisfare le più elevate esigenze di I / O.

Per assegnare un punteggio a questa recensione, ho esaminato le prestazioni, la disponibilità, la scalabilità, la gestione, la qualità di costruzione e il valore complessivo, o "bang for the buck". PowerEdge R730xd eccelle in ogni categoria, ma soprattutto in termini di prestazioni e scalabilità. Con le CPU Intel Xeon a 18 core e le nuove parti di memoria DDR4 disponibili qualche tempo dopo il lancio iniziale, sarai in grado di confezionare 72 thread di elaborazione e 1,5 TB di memoria in un singolo server.

Le innovazioni hardware spingono le prestazioni

Per quanto riguarda l'archiviazione, la mia unità di recensione è stata fornita con cinque SSD da 200 GB da 1,8 pollici e 6 Gbps con etichetta Dell e cinque HDD Seagate ST2000NM0023 da 2 TB 7200 RPM SAS da 3,5 pollici, accessibili dalla parte anteriore. Altre due unità da 2,5 pollici sul retro forniscono un mirror RAID-1 per il disco del sistema operativo. Ciò lascia tutte le unità sul lato anteriore disponibili come memoria configurabile dall'utente. L'innovativo alloggiamento SSD da 1,8 pollici consente l'installazione di un massimo di 18 dispositivi a caricamento frontale.

I più recenti controller PERC RAID di Dell supportano completamente gli spazi di archiviazione di Microsoft e consentono di configurare singole unità come dispositivi non RAID. La mia unità di prova è stata fornita con il controller Dell PERC H730P, che supporta velocità di trasferimento fino a 12 Gbps. Le opzioni di espansione includono sei slot PCIe 3.0, più uno slot dedicato per il controller RAID.

Altre innovazioni hardware includono doppie schede SD interne per supportare un dispositivo di avvio ridondante per VMware ESXi. Le schede SD vengono specchiate e consentono al sistema di continuare a funzionare se un dispositivo si guasta. In caso di guasto, si attiverà un errore di sistema che consente all'amministratore di emettere un arresto ordinato per la riparazione. Dell ha sviluppato la sua memoria resiliente ai guasti insieme a VMware per fornire ridondanza per la memoria di sistema critica. Intel stima un risparmio energetico compreso tra il 40 e il 50 percento a livello di memoria grazie alla memoria DDR4 a basso voltaggio (1,2 volt). Questo risparmio potrebbe sommarsi a importi significativi quando si esaurisce la memoria su uno di questi sistemi.

Nuove opzioni di gestione e software

Avrai bisogno della versione 1.1 dell'app, ora disponibile su Google Play Store, che aggiunge la funzionalità NFC per connettersi direttamente al server Dell. La versione precedente richiedeva l'immissione dell'indirizzo IP del controller iDRAC del server per effettuare la connessione dal dispositivo mobile. I server 13G di Dell vengono forniti con la versione 8 della piattaforma di gestione iDRAC, che, oltre a introdurre l'interfaccia NFC "Quick Sync" di iDRAC, include funzionalità per accogliere nuovi profili di alimentazione e termici nei processori Intel.

Infine, una nuova opzione software per le distribuzioni di Windows Server 2012 R2, denominata SanDisk DAS Cache, consente di sfruttare appieno qualsiasi SSD disponibile nell'R730xd per creare cache write-back o write-through. La cache DAS SanDisk si collega a un volume del disco specifico sul server per fungere da acceleratore, funzionando in aggiunta alla cache nativa disponibile in Windows Server 2012 R2.

Dell ha raggiunto un lungo traguardo con PowerEdge R730xd, coprendo un'ampia gamma di casi d'uso e fornendo un potente server 2U con molto spazio per crescere. Con 192 GB di memoria (a completare una bella configurazione per un host di macchina virtuale), il prezzo della mia unità di prova sarebbe vicino a $ 19.000, un ottimo affare. Il prezzo di partenza per un sistema con configurazione minima è di $ 2.579. Puoi iniziare in piccolo e diventare grande senza spendere una fortuna. In definitiva, il nuovo Dell PowerEdge R730xd ha tutto ciò che si desidera in un server da lavoro, e anche di più.

Scorecard Prestazioni (20%) Scalabilità (20%) Disponibilità (20%) Gestione (20%) Qualità costruttiva (10%) Valore (10%) Interoperabilità (20%) Configurazione (10%) Punteggio totale
Dell PowerEdge R730xd (13G) 10 10 9 9 9 9 0 0 9.4