I 5 migliori strumenti di beta test per la tua app

Nel 2014, lo sviluppatore di giochi Red Winter ha dovuto ritirare il sequel del suo gioco di successo Dungelot dall'app store, pochi giorni dopo averlo rilasciato per la prima volta. La ragione? Il gioco era pieno di bug ed era passato da un modello pay-once-play-per sempre a un modello freemium. 

Molti di questi problemi avrebbero potuto essere evitati se Red Winter avesse seguito una strategia di beta testing più approfondita. E questo è qualcosa che non si applica solo ai giochi mobili, ma a tutte le app mobili.

Quando avvii un'app che presenta troppi bug o che include funzionalità impopolari tra molti utenti, rischi di danneggiare in modo permanente la reputazione della tua app. Red Winter è stato in grado di riparare Dungelot 2 e di rilanciarlo con più successo tre mesi dopo, ma non vi è alcuna garanzia che la tua app si ripristinerà facilmente.

Il beta test della tua app è un passaggio molto importante nella fase di pre-lancio dello sviluppo della tua app poiché potrebbe evidenziare eventuali problemi con quanto segue:

  • Qualità: puoi essere certo di aver creato un'app di qualità, ma solo con un beta test adeguato sarai in grado di vedere che tutte le funzionalità funzionano nel modo in cui sono destinate. La qualità è strettamente collegata al punto successivo,

  • Usabilità: dall'interfaccia utente all'UX. Un'app utilizzabile è dotata di un'interfaccia utente intuitiva, con gli utenti in grado di navigare facilmente attraverso la tua app, trovare ciò che vogliono e fare ciò che si aspettano con la tua app. Stai osservando come svolgono determinate funzioni e vedi se ci sono modi per migliorare il flusso.

  • Bug: naturalmente saresti stato accurato nell'assicurarti che non ci fossero bug nella tua app, ma fino a quando non viene utilizzato in uno scenario reale, non puoi esserne sicuro. Da bug gravi che causano l'arresto anomalo dell'app, a bug minori che si rivelano solo in determinate condizioni.

  • Prestazioni: il dispositivo, il sistema operativo e anche altre app potrebbero influire sulla velocità e sulle prestazioni complessive della tua app. Il beta test ti dà l'opportunità di analizzarlo in modo più autentico rispetto ai tuoi test di laboratorio.

  • Marketing: dal marketing passaparola tra i tuoi tester e i loro amici, fino alle intuizioni sul pubblico ideale come rivelato dai tuoi tester, il beta test può aiutarti a modellare la tua strategia di marketing prima del lancio. 

Dopo aver considerato questi punti, troverai difficile negare che il beta test possa aiutare enormemente la tua app e il suo lancio. E la configurazione del beta test non è un processo complicato, con una moltitudine di strumenti disponibili. Alcuni di questi strumenti si concentrano su un solo aspetto del beta test, mentre altri cercano di offrire un set di funzionalità più completo. Ecco una carrellata di alcuni dei migliori.

UXCam

Le discussioni su UI e UX sono entrate nel mainstream alla fine degli anni '90 quando Internet è diventato più accessibile e più popolare. E mentre le prime app mobili potrebbero non aver fatto un buon uso dell'interfaccia utente e dell'esperienza utente - dopotutto, era un campo completamente nuovo - la maggior parte degli sviluppatori di app di grandi dimensioni ora ha reparti separati focalizzati solo sull'interfaccia utente e sull'esperienza utente.

A rigor di termini, UXCam non è uno strumento di beta testing. Si integra nella tua app (iOS o Android) tramite l'aggiunta di due righe di codice, quindi puoi limitarne l'utilizzo al beta testing effettivo o in modo continuativo nella versione finale della tua app.

Come suggerisce il nome, lo strumento ti aiuta a valutare la UX della tua app effettuando una registrazione dello schermo di tutte le azioni dell'utente nell'app, inclusi i punti di contatto e i gesti. Il motivo per cui lo vorresti è perché in realtà vedere come gli utenti utilizzano la tua app è molto più intuitivo del feedback degli utenti normali e dell'analisi standard delle app. 

Altre caratteristiche includono una mappa termica, che evidenzia le aree dello schermo con cui gli utenti interagiscono frequentemente e le aree ignorate. La funzione del flusso utente è simile a quella trovata in Google Analytics e mostra come gli utenti navigano nella tua app e dove abbandonano. E con il filtro intelligente, puoi filtrare facilmente le registrazioni in base ai criteri su cui vuoi concentrarti, come gli utenti che hanno utilizzato la tua app da una data specifica o anche il numero di gesti utilizzati.

UXCam non è invadente e i tuoi utenti non se ne accorgeranno nemmeno. Questo, insieme al fatto che non richiede alcuna autorizzazione dell'utente, potrebbe sollevare preoccupazioni sulla privacy, ma UXCam ha una politica rigorosa che richiede il blocco di tutte le informazioni sensibili.

I piani per UXCam includono un piano gratuito limitato, con il piano Pro (ideale per le piccole imprese) a partire da $ 199 / mese.

UserTesting

A prima vista, UserTesting è molto simile a UXCam. Ti dà accesso a video (e audio) di utenti del mondo reale che interagiscono con la tua app. Tuttavia, a differenza di UXCam, UserTesting sembra più uno strumento di beta testing in quanto può essere utilizzato in qualsiasi fase del ciclo di sviluppo e si specifica quali attività si desidera testare. Quindi, invece di vedere come gli utenti interagiscono con la tua app nel suo insieme, puoi concentrarti più strettamente su sezioni specifiche della tua app e su attività specifiche.

UserTesting non ti offre solo una registrazione video delle azioni intraprese, ma anche l'audio degli utenti che discutono della tua app. Inoltre, puoi presentare agli utenti una serie di domande e convincerli a valutare determinate funzionalità. E i risultati sono disponibili entro un'ora dall'esecuzione di ogni test.

Sebbene tu stia utilizzando tester dal pool di utenti di UserTesting, puoi specificare il tipo di utente a cui ti rivolgi: dalla regione, all'esperienza web e ad altri dati demografici chiave. Inoltre, eseguire nuovi test è semplice come caricare la tua app sulla piattaforma UserTesting (non è necessaria l'integrazione con l'SDK) e quindi creare i parametri di test. 

E se non hai ancora familiarità con i beta test, il sito Web UserTesting include ricche risorse, comprese pratiche liste di controllo da seguire. Il piano individuale è abbastanza sufficiente per sviluppatori indipendenti e piccole imprese, con un piano Enterprise che offre funzionalità più avanzate.

99test

99tests è promosso come piattaforma di test in crowdsourcing. Ciò significa che, come UserTesting, specifichi il tipo di pubblico - dati demografici chiave, tipo di dispositivo, posizione, ecc. - e 99test trova i tester perfetti per te.

Come con altri strumenti di test, vengono offerti test di usabilità, ma 99tests offre anche test di localizzazione, test esplorativi e test di sicurezza. Il test di localizzazione sta testando la tua app tra gli utenti nelle posizioni in cui sarà disponibile, tenendo conto di come gli utenti locali rispondono al progetto, ecc. La maggior parte dei casi di test richiede agli utenti di eseguire determinate azioni e seguire un percorso predefinito attraverso la tua app , ma i test esplorativi consentono ai tester di esplorare la tua app senza restrizioni. Hai un'idea preconcetta di come desideri che gli utenti interagiscano con la tua app, ma in realtà non sai se lo faranno. I test esplorativi potrebbero aiutarti a identificare i problemi che si manifestano solo quando non usi l'app nel modo in cui la progettate.

E, naturalmente, i test di sicurezza sono fondamentali se la tua app richiede la registrazione o la possibilità per gli utenti di inserire informazioni sensibili. Le fughe di dati sono un incubo da gestire, anche per le grandi aziende.

Un'altra caratteristica che distingue 99tests è che c'è un elemento di automazione nel test. Dovresti compilare un piano di test per ogni round di test, ma i tester 99tests sono in grado di creare i propri casi di test, con script automatizzati che consentono loro di testare dozzine di scenari diversi in un periodo molto breve. E poiché 99tests si integra con molti popolari strumenti di tracciamento dei bug, tenere traccia dei bug segnalati è gestito tramite un'unica dashboard, con un punteggio di valutazione dell'app che ti aiuta a tenere traccia della qualità percepita delle app dopo ogni test.

I prezzi per l'automazione, la copertura del rischio e i test aziendali sono disponibili su richiesta, con un rapido piano di "bug bash" a partire da $ 500. La maggior parte dei test viene eseguita per un periodo di un mese, con app complesse che richiedono 2-3 mesi.

TestFairy

TestFairy è un altro strumento di beta testing che fornisce una registrazione video di ciò che gli utenti stanno facendo con la tua app. Tuttavia, TestFairy non ti dà un facile accesso a un pool di tester e dovresti procurarti i tuoi tester. Questo non dovrebbe essere un problema quando si considerano gli strumenti di beta test, ma significa che dovresti avere un piano di `` reclutamento '' di tester in atto prima di iscriverti a TestFairy, se non hai già il tuo pool di tester. Usare la famiglia e gli amici è un buon inizio, ma solo se corrispondono ai dati demografici del pubblico previsto. Desideri un pool diversificato di tester che siano in grado di testare la tua app su diversi dispositivi e in diverse situazioni del mondo reale, ad esempio utilizzando il WiFi rispetto ai dati mobili.

TestFairy supporta il test di app native e app sviluppate utilizzando piattaforme come Adobe Air, Unity, ecc. E se il tuo piano di test è incentrato sulla ricerca - ed eliminazione - di bug, sarai felice di sapere che TestFairy si integra con diversi servizi di rilevamento dei bug principali. E i tuoi utenti devono solo scuotere il loro dispositivo per richiamare il modulo di segnalazione dei bug!

TestFairy è anche molto consapevole di quanto sia frammentato il mondo mobile, quindi ti danno l'opportunità di vedere come appare la tua app su più di 10.000 dispositivi. Sembra estenuante, ma se stai cercando di assicurarti che la tua app funzioni perfettamente per il pubblico più vasto possibile, è necessario fare un piccolo sacrificio. 

I piani per TestFairy iniziano senza alcun costo (come nel 100% gratuito), rendendolo una soluzione ideale per le PMI con un budget limitato. Se hai un grande team che lavora sulla tua app, potresti prendere in considerazione i loro piani di avvio e impresa.

HockeyApp

Lo strumento finale in questa carrellata dei migliori strumenti di beta test per la tua app è uno che offre più di un semplice strumento di test. HockeyApp offre le funzionalità standard che ti aspetteresti da uno strumento di beta testing, ma includono anche le metriche degli utenti. Le metriche degli utenti in HockeyApp comprendono tutto, dal numero di utenti attivi e il coinvolgimento, fino alle informazioni sui dispositivi su cui la tua app si è arrestata in modo anomalo negli ultimi 30 giorni. Quest'ultima metrica può essere molto utile per aiutarti a distinguere tra i bug che colpiscono tutti gli utenti e quelli che interessano gli utenti su dispositivi specifici.

Come TestFairy, HockeyApp può essere utilizzata sia per app native che per app sviluppate utilizzando altre piattaforme. E mentre i rapporti sugli arresti anomali vengono inviati per impostazione predefinita direttamente alla piattaforma HockeyApp, puoi anche integrarli direttamente con la tua piattaforma di monitoraggio dei bug preferita. E la comunicazione tra i membri del team può essere limitata alla dashboard di HockeyApp o integrata in Slack e HipChat.

HockeyApp è stata acquisita da Microsoft nel 2014, ma ciò non influisce sulla tua capacità di testare app sia iOS che Android, mentre la piattaforma nel suo insieme è impegnata nella migrazione a un Visual Studio Mobile Center, a cui i nuovi utenti possono registrarsi per l'accesso già ora . Ancora una volta, come con gli altri strumenti discussi qui, l'integrazione di HockeyApp nella tua app è abbastanza semplice e l'SDK può essere integrato manualmente o utilizzando una delle app client fornite da HockeyApp.

Anche i prezzi per HockeyApp sono abbastanza semplici. Gli sviluppatori con meno di 10 app possono utilizzare il servizio gratuitamente, con un numero illimitato di tester per ogni app. I prezzi dopo questo vengono suddivisi in base al numero di app che hai, con piani a partire da $ 30 / mese per un massimo di 15 app.

Giocare su entrambi i lati della recinzione mobile

Sono disponibili molti strumenti per il beta test della tua app mobile, ma li ho selezionati perché tutti supportano il test delle app iOS e Android. Agli albori dell'ecosistema mobile era possibile scegliere come target solo iOS o Android, ma non è più possibile. E anche se Android ha un vantaggio significativo su iOS, concentrarsi su un sistema operativo limita ancora la tua portata. Inoltre, questa selezione di strumenti include opzioni per gli sviluppatori che desiderano concentrarsi solo sul test della loro UX e per coloro che cercano una suite di test più completa. 

Indipendentemente dalle potenziali dimensioni del tuo pubblico, aprire la tua app al beta test non dovrebbe essere qualcosa su cui devi riflettere. I tuoi clienti apprezzeranno un prodotto più raffinato e tu godrai di utenti più fedeli.