5 cose da considerare prima di un aggiornamento IT

Di Bharath Vasudevan, Product Manager HPE, Software-defined e Cloud Group

Si dice che Eraclito, un filosofo greco, abbia detto "il cambiamento è l'unica costante della vita". E lo scrisse nel 500 a.C. Mi chiedo cosa avrebbe detto oggi del costante cambiamento portato dalla tecnologia.

Il ritmo del cambiamento negli affari è straordinario e, se non tieni il passo, rimarrai indietro. Ma come fai a sapere quando è necessario un cambiamento per la tua azienda, in particolare la tua infrastruttura? E come decidi quale cambiamento ti renderà più competitivo?

Un aggiornamento tecnologico è un'opportunità per un'azienda di valutare la direzione della propria infrastruttura IT e soppesare i costi ei vantaggi di provare qualcosa di nuovo. È un buon momento per esaminare l'attuale ambiente IT e ricercare quali altre opzioni sono disponibili che potrebbero soddisfare meglio le esigenze dell'organizzazione.

Durante il mio tempo trascorso a parlare con IT e leader aziendali, ho pensato ad alcune domande comuni che le organizzazioni si pongono prima di decidere se è il momento giusto per aggiornare i propri data center.

Per aiutare a decifrare ciò che è più importante, ecco cinque cose da considerare prima di un aggiornamento IT:

1.     Perché abbiamo bisogno di un aggiornamento tecnologico?

L'aggiornamento tecnologico è un esercizio necessario che ogni reparto IT deve affrontare ogni pochi anni. Alcuni componenti IT durano più a lungo di altri. I server, ad esempio, tendono ad avere una durata più breve, mentre la durata degli switch di rete è un po 'più lunga. Ma a un certo punto i componenti IT diventano naturalmente obsoleti. Infatti, secondo 451 Research (una divisione di The 451 Group), più del 32% delle imprese stava pianificando un importante aggiornamento di server e storage nel 2016. La cosa importante da capire per le aziende è che una tecnologia obsoleta o in deterioramento può influire negativamente solo il team IT, ma il risultato finale dell'intera azienda in quanto consuma risorse preziose. Niente dura per sempre, dopotutto.

2.     Quali sono i segnali di allarme che indicano che è necessario un aggiornamento tecnologico?

Un indicatore comune della necessità di un aggiornamento tecnologico è una notevole diminuzione delle prestazioni e della stabilità del sistema. Ciò può portare a dipendenti frustrati poiché diventa più ovvio che la soluzione attuale semplicemente non soddisfa le esigenze dell'azienda.

3. Il     consolidamento dei miei cicli di aggiornamento può far risparmiare tempo?

Gli aggiornamenti tecnologici tradizionali possono richiedere molto tempo perché ci sono così tanti fornitori con cui trattare, nuove tecnologie su cui formare il team e una sfilza di componenti che devono essere sincronizzati tra loro. Consolidare verso un approccio tecnologico integrato significa un solo fornitore con cui trattare e un solo nuovo sistema da imparare; pertanto, viene impiegato meno tempo per rinfrescarsi.

4.     Come posso ridurre i costi durante un aggiornamento IT?

Il costo di un aggiornamento dipende da alcuni fattori: quanto tempo richiederà il processo di aggiornamento e quanti componenti IT verranno aggiornati. Un approccio integrato offre una soluzione single-vendor che può aiutare le aziende a ridurre i costi integrando una parte o, in alcuni casi, tutto lo stack dell'infrastruttura IT tradizionale in un'unica piattaforma. Ciò che è ancora meglio è un IT aggiornato pronto per crescere e aggiornarsi di nuovo quando la tua azienda è pronta.

5.     Come posso semplificare la mia infrastruttura IT durante un aggiornamento IT?

Per semplificare il processo di aggiornamento tecnologico, molte aziende stanno investendo in soluzioni iperconvergenti. L'infrastruttura iperconvergente offre alle aziende un'opzione di datacenter-in-a-box che può eliminare gran parte degli aspetti complessi e dispendiosi in termini di tempo dell'aggiornamento tecnologico. Le soluzioni iperconvergenti consolidano le funzioni di uno stack di infrastruttura IT tradizionale, come server, storage, commutazione di rete, ottimizzazione WAN e deduplicazione in linea, in un'unica soluzione gestita da un unico amministratore. Ciò significa che non solo riduci le spese operative, ma hai solo un fornitore con cui occuparti. E il ciclo infinito di schiuma, risciacquo, ripetizione viene interrotto perché tutti i componenti tradizionali sono consolidati.

In qualità di leader nell'infrastruttura iperconvergente, HPE può portare la tua azienda sulla strada della semplicità e dell'efficienza. Il portafoglio di soluzioni iperconvergenti di HPE consente ai clienti di distribuire VM a velocità cloud, semplificare le operazioni IT e ridurre i costi, il tutto con un percorso di aggiornamento verso la componibilità. Ciò significa che il tempo, l'energia e il denaro che hai investito in un aggiornamento tecnologico non andranno sprecati se decidi di passare a un'infrastruttura componibile in futuro.

Il cambiamento può essere difficile, ma è una parte necessaria della vita e degli affari. Sebbene il supporto per un aggiornamento IT possa essere difficile da ottenere, capire quali sono i fattori più importanti può aiutare a semplificare il processo. Poiché l'infrastruttura iperconvergente continua a guadagnare slancio, la necessità di un aggiornamento IT diventerà ancora più semplice da realizzare.

Scopri di più sulle basi dell'iperconvergenza nella guida Dummies all'infrastruttura iperconvergente.