Recensione: Microsoft Hyper-V 2012 riduce il divario

Con il rilascio di Windows Server 2012, Hyper-V ottiene una maggiore scalabilità in termini di specifiche non elaborate e funzionalità che rendono gli ambienti più grandi più facili da gestire. Hyper-V 2012 spinge i limiti a 4 TB di RAM per host e 64 nodi per cluster e aggiunge funzionalità avanzate come uno switch virtuale, una SAN virtuale e la migrazione dello storage live che in precedenza erano disponibili solo da VMware. Include anche funzionalità di clustering nativo, quindi hai la possibilità di creare un cluster di macchine virtuali a disponibilità elevata con hardware di base e due licenze del sistema operativo.

Sebbene Microsoft abbia fatto passi da gigante in molte aree di funzionalità, esiste ancora un divario abbastanza sostanziale tra Hyper-V e VMware vSphere nella fascia alta. VMware ha molte funzionalità incentrate sui fornitori di servizi, siano essi aziende che offrono servizi in vendita o reparti IT di grandi imprese che forniscono servizi alle unità aziendali all'interno dell'azienda. Hyper-V 2012 non ha nulla di simile a vSphere Storage DRS (Distributed Resource Scheduler) di VMware, ad esempio, in cui è possibile eseguire il provisioning di diverse classi di storage in base a una serie di requisiti per includere costi e prestazioni. Hyper-V non dispone inoltre di molte delle nuove funzionalità del data center virtuale recentemente introdotte da VMware. (Vedi la mia recensione di VMware vSphere 5.1.)

[Resa dei conti sulla virtualizzazione: Microsoft Hyper-V 2012 contro VMware vSphere 5.1 | Ottieni la virtualizzazione corretta con la guida PDF Deep Dive di Virtualizzazione server di s e il rapporto speciale PDF Deep Dive di virtualizzazione ad alta disponibilità. ]

Detto questo, Hyper-V 2012 introduce anche molte nuove funzionalità che lo rendono più attraente per le piccole e medie imprese in cui il costo è un fattore trainante significativo. Le nuove funzionalità di SMB 3.0 consentono a chiunque di creare un cluster HA Hyper-V utilizzando server a basso costo e unità disco SAS comuni. In passato ti sarebbe stato richiesto di acquistare un sistema di archiviazione ad alto costo per ottenere lo stesso livello di affidabilità e avresti dovuto acquistare il software di virtualizzazione da un fornitore diverso da Microsoft. Il solo clustering HA a basso costo farà sì che i responsabili IT pensino due volte a spendere i pochi dollari del budget IT per software aggiuntivo quando Windows Server 2012 viene fornito con Hyper-V nella confezione.

Oltre a esaminare le funzionalità e la gestibilità, ho eseguito alcuni test delle prestazioni. Utilizzando i benchmark Sandra 2013 per un client Windows a 32 bit, ho testato le prestazioni della VM Windows in vSphere 5.0, vSphere 5.1, Hyper-V in Windows Server 2008 R2 e Hyper-V in Windows Server 2012. L'hardware del server utilizzato per questa recensione era un Dell PowerEdge R715 con due CPU AMD Opteron 6380, 64 GB di memoria e due unità SAS Seagate ST9300605SS 10K 300 GB configurate come array RAID1.

Installazione e configurazione

Sebbene sia incluso in Windows Server 2012, Hyper-V 2012 è disponibile anche in una versione autonoma gratuita. Questo prodotto installa essenzialmente una versione server-core di Windows Server 2012 con un'interfaccia utente minima. È pensato per essere gestito in remoto, con solo poche opzioni e controlli disponibili dalla console. Questi includono dettagli come la modifica del nome del computer, la configurazione di rete, l'abilitazione del desktop remoto e lo spegnimento del sistema. L'aggiunta di un host Hyper-V Server 2012 alla console di gestione su un'altra macchina Windows Server 2012 richiede semplicemente un clic con il pulsante destro del mouse e l'immissione dell'indirizzo IP del server Hyper-V.

Nuovo e migliorato

Hyper-V Replica, che fornisce una replica illimitata da host a host di macchine virtuali senza archiviazione condivisa, porta Microsoft alla pari con altri fornitori di virtualizzazione nell'area della ridondanza. La possibilità di archiviare dischi Hyper-V su condivisioni SMB è un'altra funzionalità che offre un nuovo livello di resilienza sotto forma di volumi condivisi del cluster per archivi di file SMB. I volumi condivisi del cluster eliminano essenzialmente la necessità di uno storage ad alto costo per implementare una soluzione di virtualizzazione HA. Il nuovo switch estensibile Hyper-V fornisce una piattaforma su cui i fornitori di reti possono creare nuove funzionalità. Le estensioni dello switch Hyper-V potrebbero includere, ad esempio, la protezione antivirus basata sulla rete o soluzioni di rilevamento delle intrusioni.

Sul fronte dei numeri, ci sono miglioramenti nella quantità di memoria che un singolo guest può supportare (1 TB contro 64 GB in Windows Server 2008 R2), processori logici per host (320 contro 64) e nodi per cluster (64 contro 16 ). Il numero totale di processori virtuali per host è ora 2.048, rispetto ai 512 in Windows Server 2008 R2. Un singolo host può ora supportare fino a 1.024 VM attive rispetto a 384 nella versione precedente. Anche il supporto per Non-Uniform Memory Access (NUMA) all'interno di macchine virtuali è una novità di Hyper-V 2012.

Gestione di Hyper-V 2012

PowerShell 3.0 è senza dubbio uno degli altri enormi vantaggi di produttività per gli amministratori IT responsabili del supporto di Windows Server 2012. Con qualcosa come 2.430 nuovi "cmdlet", non c'è un'area di gestione di una distribuzione di Windows Server 2012 senza supporto tramite PowerShell. Rispetto a Hyper-V 2012, sono disponibili fino a 140 cmdlet univoci per la gestione di tutti gli aspetti della creazione, del provisioning e dell'esecuzione di VM. Tale numero include anche i cmdlet per la gestione dello switch di rete virtuale e altri parametri di configurazione di Hyper-V 2012.

Il livello successivo di gestione delle VM arriva sotto forma di System Center Virtual Machine Manager (SCVMM) di Microsoft. SCVMM 2012 è la versione più recente ma non supporta Windows Server 2012 a meno che non si applichi il Service Pack 1. Microsoft offre un'istanza Hyper-V completamente funzionale di SCVMM 2012 SP1 che include il back-end di SQL Server richiesto. È possibile installarlo su un host Hyper-V 2012 e gestire altri sistemi Windows Server 2012 una volta completata la configurazione. SCVMM 2012 è sicuramente la strada da percorrere per qualsiasi organizzazione con un numero elevato di VM.

Miglioramenti delle prestazioni

Clock delle VM Windows: risultati del benchmark Sandra 2013

  Hyper-V 2008 R2 Hyper-V 2012 vSphere 5.0 vSphere 5.1
Larghezza di banda crittografica (MBps) 79 597 370 378
Dhrystone intero (GIPS) 12.52 16.86 11.76 12.21
Whetstone double (GFLOPS) 6.92 13.25 6.76 6.89
Larghezza di banda Intercore (GBps) 1.71 1.44 1.15 1.12

Altre aree di miglioramento delle prestazioni sono difficili da misurare direttamente, ma sono comunque presenti. Questi includono il supporto della SAN virtuale, che consente di connettere una VM direttamente a un adattatore bus host Fibre Channel virtuale. Ciò consente di eseguire il provisioning di una VM con storage collegato direttamente per supportare carichi di lavoro specifici che in passato avrebbero richiesto un server dedicato. Un altro miglioramento fondamentale nell'area I / O è il nuovo supporto per la virtualizzazione I / O a radice singola. Consentendo il supporto delle interfacce di rete fisiche da scolpire in più NIC virtuali, SR-IOV migliora la funzionalità di rete dell'host Hyper-V e la velocità effettiva complessiva.

Analisi finale

Questo articolo, "Recensione: Microsoft Hyper-V 2012 riduce il divario", è stato originariamente pubblicato su .com. Segui gli ultimi sviluppi in materia di virtualizzazione, data center e cloud computing su .com. Per le ultime notizie sulla tecnologia aziendale, segui .com su Twitter.

Scorecard Configurazione (15,0%) Affidabilità (20,0%) Prestazioni (20,0%) Scalabilità (20,0%) Gestione (25,0%) Punteggio complessivo (100%)
Microsoft Windows Server 2012 Hyper-V 9.0 8.0 9.0 8.0 9.0 8.6